Renzo Allegri, sul settimanale “Chi” del 30 ottobre 2008


Tomislav VlasicIntervista a P. Tomislav Vlašić

a cura di Renzo Allegri – foto Nicola Allegri

«Quello che vede laggiù è Padre Tomislav Vlasic», dice il mio accompagnatore indicando un uomo che passeggia tra gli olivi, nell’entroterra ligure. «E’ qui agli “arresti domiciliari” per ordine della Congregazione per la Dottrina della Fede che sta esaminando la sua posizione in rapporto ad accuse purtroppo gravissime».

Padre Tomislav è un frate francescano bosniaco, notissimo fra i devoti di Medjugorje, uno dei quattro religiosi presenti fin dall’inizio alle apparizioni, testimone storico di quei fatti prodigiosi, per anni “direttore spirituale” dei sei veggenti e divulgatore nel mondo.

«Ora», prosegue il mio interlocutore con voce addolorata, «è accusato di eresia, immoralità, manipolazione delle coscienze, disobbedienza ai superiori, diffusione di errori dogmatici, falso misticismo. E’ “sospeso a divinis”, cioè non può celebrare la messa, confessare, impartire i sacramenti, svolgere le attività che sono specifiche della sua condizione di sacerdote. Incredibile. Conosco da anni padre Tomislav e sono certo che la Congregazione troverà che è innocente».

Continue reading… →

Articoli di Renzo Allegri su Stefania Caterina

Articoli di Renzo Allegri

sul settimanale “Chi” del 3 e 10 ottobre 2008

s-caterina-12

Gesù mi ha detto di scrivere questo libro. Me lo hanno dettato grandi spiriti dell’aldilà. lo sono solo un mezzo scelto per attirare l’attenzione su realtà spirituali importantissime», dice Stefania Caterina, tenendo tra le mani il volume Oltre la grande barriera. «L’umanità è alla vigilia di grandi eventi, grandi cambiamenti, e i miei amici dell’aldilà si danno un gran daffare per prepararci», aggiunge.

Siamo sul monte Fasce, una collina vicino a Genova, nei pressi di un santuario mariano fondato da padre Bonaventura Raschi, religioso francescano scomparso una ventina di anni fa. Spiega Stefania: «Fu lui il primo sacerdote cui confidai le mie esperienze spirituali. E mi capì. Conservo ancora un biglietto, scritto di suo pugno, nel quale mi incoraggiava a essere aperta al volere di Dio».

Stefania è una donna di 49 anni, con una storia straordinaria e incredibile, che racconta qui per la prima volta. «Per molti anni ho vissuto due esistenze parallele», dice. «Una “visibile”, quella di una persona normale, e un’altra costellata di esperienze incredibili: visioni, colloqui, incontri con entità spirituali, con persone trapassate nell’aldilà o appartenenti ad altri mondi. Una realtà che, all’inizio, mi ha spaventato, ma che poi ho imparato a conoscere bene, ad accettare, e con la quale ora convivo serenamente».

Stefania parla con voce sommessa, ma le sue parole pesano come macigni. La scruto per cercare di capire se sia una mitomane, un’abile imbrogliona o una di quelle persone speciali, rarissime, dotate di veri carismi spirituali. Il suo libro ha un contenuto affascinante, scritto con proprietà di linguaggio, chiarezza di concetti e rigore logico. Una mitomane non potrebbe scrivere un libro del genere. L’autrice affronta i temi universali di sempre: Dio, la creazione, l’universo, Gesù, la Chiesa, l’uomo, la morte, l’aldilà, il regno del Male, gli extraterrestri, gli animali, le piante. E svolge ogni argomento riportando testimonianze dirette di entità spirituali: ”A questo proposito, la Madonna mi ha detto “. Oppure: “Gesù mi ha precisato… “. O ancora: “L’arcangelo San Raffaele mi ha spiegato … “. Stefania apre le virgolette e giù un lungo discorso con le parole ricevute nel corso di una visione. Così per 300 pagine e, sotto ogni testimonianza, la data dell’incontro.

Continue reading… →

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi