Rinnovo con voi la mia alleanza

19 gennaio 2020 – Solenne consacrazione del popolo alla Santissima Trinità

Messaggio di Dio Padre – Rinnovo con voi la mia alleanza

“Carissimi figli,

siete giunti a questo giorno, nel quale avete deciso di consacrarvi solennemente alla Santissima Trinità.[1]  È un giorno importante per voi qui presenti, per tutto il popolo unito a voi e per quanti sulla Terra si sentono parte della Chiesa di Gesù Cristo di tutto l’Universo.

Questo giorno è un punto di arrivo e di partenza. È un punto di arrivo, perché oggi si conclude la vostra preparazione ed è un punto di partenza perché da oggi comincia per voi la vera e propria missione. Questo non significa che non avrete più spiegazioni, perché la luce vi sarà sempre data. Dico che da oggi comincia la vostra missione perché quanto avete ricevuto, ora dovete metterlo in pratica e testimoniarlo. Attraverso di voi, deve manifestarsi la mia gloria, perché la Chiesa è chiamata a manifestare la gloria della Santissima Trinità, specialmente la mia gloria di Padre. Io sono il Padre che ama tutti e che desidera salvare tutti. Purtroppo, non posso salvare tutti, non perché io non lo voglia ma perché non lo vogliono gli uomini e neppure gli spiriti del male.

Ho mandato mio Figlio Gesù Cristo sulla Terra per liberarvi dal demonio e dagli idoli, sotto i quali si manifestano sempre i demoni. Sappiate che dietro ogni idolo sta un demonio, perciò quando servite gli idoli, vi sottomettete ai demoni. Ho inviato mio Figlio ad istituire sulla Terra la Chiesa, che è il mio popolo, chiamato a manifestare la salvezza. Lungo i secoli, ho osservato tutto ciò che la Chiesa ha fatto e non ha fatto. Ho osservato i cristiani della Terra e ho visto cose che non avrei mai voluto vedere. Nonostante la venuta di mio Figlio nella carne, devo constatare che la Terra è ancora pagana; è infestata da demoni e da idoli di ogni tipo.  

Figlioli, questo tempo è molto grave. Il vostro pianeta è semidistrutto, come potete vedere nella natura. Gli elementi della terra, dell’acqua, del fuoco e dell’aria sono sconvolti, inquinati e profanati. Così è anche il cuore dell’uomo. La Chiesa, purtroppo, è divisa in se stessa, frammentata fin dall’inizio. I cristiani hanno combattuto una battaglia sterile gli uni contro gli altri, confessioni contro  confessioni, dottrine contro dottrine. Al posto della spada hanno usato la parola di Dio. Nel nome di mio Figlio Gesù hanno processato, ucciso, rubato e commesso azioni terribili ai miei occhi.

Voglio dirvi, però, che la vera Chiesa c’è e c’è sempre stata. Non è mai uscita dalle catacombe, perché un’altra struttura, che si definisce Chiesa, si è a poco a poco imposta lungo la storia. Ci sono sempre state due Chiese: quella di Cristo, che mi appartiene, e quella di Lucifero che appartiene a lui. Due entità diverse, due realtà opposte, costrette a convivere nel nome di un sistema gerarchico.

Figlioli, è venuto il tempo che io divida la Chiesa vera da quella falsa. Questo dopo che si è arrivati al punto che il Papa, rappresentante dei cattolici, cioè di una gran parte dei cristiani della Terra, ha introdotto un idolo nella Chiesa.[2] Lo ha posto davanti all’altare che sorge sulle spoglie del glorioso apostolo Pietro. Ha collocato un idolo davanti a mio Figlio, presente sull’altare, in un atteggiamento di aperta sfida. Questo ha colmato la misura ai miei occhi e non c’è più ritorno. Fino ad oggi, ho atteso che questa falsa Chiesa si convertisse, ma così non è stato. Vi dico perciò che questa non è la mia Chiesa, non lo è mai stata né mai lo sarà.

Oggi divido la vera Chiesa da quella falsa e rinnovo con voi l’alleanza eterna, che nessuno potrà mai rompere. L’alleanza con me ha un solo nome: mio Figlio Gesù Cristo. Lui è l’alleanza vivente, Lui è la garanzia che voi siete miei.

La Chiesa falsa ha agito in tutti questi millenni per sminuire la figura di mio Figlio e renderla innocua, evanescente. Gesù è stato presentato come capo di una religione, un profeta fra i tanti, un maestro spirituale virtuoso e nulla più; ma Gesù Cristo, mio Figlio, è l’Unico Salvatore dell’umanità. È il Signore dell’Universo, che governa a mio nome l’intera creazione. Chi vuole venire a me deve passare attraverso di Lui e riconoscerlo come Figlio di Dio, Signore e unico Maestro. Senza questo non può esserci alcuna alleanza con me, non ci sarà mai. Ho usato misericordia ma ora userò la giustizia. Ognuno avrà inesorabilmente quello che ha scelto,

La falsa Chiesa ha operato anche per profanare e svalutare il sacramento dell’Eucarestia, negando che in essa vi sia la presenza di mio Figlio. La Chiesa falsa ha fatto in modo di rendere freddi i cristiani verso l’Eucarestia, insinuando in essi molti dubbi su questo Sacramento. Una larga parte di cristiani oggi non crede alla presenza di Gesù nell’Eucaristia.

La falsa Chiesa ha anche cercato di annullare e rendere superflue la figura e la presenza di Maria Santissima, che è mia Figlia prediletta, Madre di Dio, Sposa dello Spirito Santo e Corredentrice dell’umanità. Maria vi è stata donata come Madre ma la Chiesa falsa l’ha gettata via, accogliendo al suo posto un idolo che rappresenta la madre terra.[3] Questo è troppo e la misura è colma.

D’ora in avanti, la Chiesa vera sarà separata da quella falsa e crescerà. Manifesterà la mia potenza e la mia gloria. Sappiate che esiste una sola Chiesa, fondata da mio Figlio Gesù Cristo sulla Terra e presente in tutto l’Universo. Essa riconosce la Santissima Trinità e Maria Regina, Madre e Corredentrice dell’umanità. Accoglie e vive la comunione con tutti fratelli dell’Universo, svolge la sua missione ovunque, per portare la salvezza ai vivi e ai defunti. Un’altra Chiesa non c’è e non ci sarà.

In questo giorno in cui vi consacrate alla Santissima Trinità, prometto i nuovi Cieli e la Terra nuova[4] a voi e a tutti gli uomini e le donne di buona volontà di questo pianeta, che desiderano vivere nella vera Chiesa di Gesù Cristo di tutto l’Universo.

Questo pianeta non sarà distrutto, anche se Lucifero lo vorrebbe per la sua invidia e cattiveria.  Lui sa che io darò la Terra al mio popolo e non vuole lasciarvene neppure una briciola, ma non lo permetterò. Avrete nuovi Cieli e Terra nuova. Vedrete risorgere il pianeta e questo avverrà attraverso la trasformazione del cuore degli uomini, ad opera mia e della mia Chiesa. Un popolo nuovo finalmente vivrà l’insegnamento di mio Figlio, i comandamenti e le leggi divine che ho impresso nei cuori, come doveva essere fin dall’inizio. Questo trasformerà la Terra.

Questa trasformazione non sarà frutto di magia o di qualcosa esterno a voi, ma avverrà in voi e attraverso di voi. Vedrete a poco a poco risvegliarsi le coscienze dei buoni, perché lo Spirito Santo agirà in ogni parte della Terra e dell’Universo per risvegliare nei figli di Dio la memoria di me, per far ricordare loro la santità delle mie leggi.

Quando tutto sarà compiuto, mio Figlio ritornerà sulla Terra. Non si presenterà più come Agnello mansueto, per farsi sgozzare dai figli di Lucifero, ma come Re e Trionfatore per raccogliere il suo popolo e scacciare una volta per sempre Lucifero e il suo popolo. Sulla Terra non ci sarà più posto né per Satana, né per i suoi figli. Quanti lo hanno scelto, adorato e voluto saranno con lui per sempre.  Il mio popolo invece trionferà. Trionferà il Cuore Immacolato di Maria Santissima, vostra Madre e Regina, Madre di Dio. Il trionfo del suo Cuore sarà il trionfo del Cuore di mio Figlio e il Cuore di mio Figlio trionferà per me, per la mia gloria.

Perciò, cari figli, ricordate bene questo giorno come un giorno di rinascita per tutto l’Universo, che  attende da troppo tempo i passi della vostra umanità.[5] È tempo che io liberi i prigionieri e apra gli occhi ai ciechi[6], affinché riconoscano la vera Chiesa, nella quale Gesù vive e che è anche la cattedra dalla quale vi ammaestra. La cattedra di Gesù è il suo popolo, non c’è n’è altra.[7] Perciò vi chiedo di avere coraggio, fiducia assoluta in me e di non temere nulla.

La mia alleanza con voi sarà inoppugnabile e nessuno potrà infrangerla. Se oggi mi dite il vostro sì come popolo, io agirò in mezzo a voi. Attraverso di voi, susciterò sulla Terra un popolo che crescerà sempre di più e si unirà a voi in spirito.[8] Non dovrete fare grandi cose. Vi chiedo soltanto di vivere con fedeltà assoluta tutto quello che avete fin qui appreso e proclamato. Io opererò, per mezzo vostro, su tutti gli altari, in tutte le chiese e templi, dovunque ci sia un figlio di Dio da strappare al male per condurlo alla vera Chiesa. La Chiesa di Lucifero, al contrario, si prosciugherà e diventerà  un albero secco.

Ciò che il Papa ha compiuto è un atto d’idolatria, simile a quello del vitello d’oro.[9] Perciò è necessario che io rinnovi la mia alleanza con un popolo nuovo e così sarà. Fate vivere quest’alleanza in voi e in mezzo a voi. Vivete, testimoniate, servite, amate, perdonate. Accogliete tutti i fratelli di buona volontà che verranno a bussare alle vostre porte, sia quelle delle vostre case, sia quelle delle vostre anime. Immergeteli nelle vostre celebrazioni, raggiungeteli con le vostre preghiere. Fate in modo che quando pregate, singolarmente o tutti insieme, la vostra preghiera risuoni in tutti i luoghi dell’Universo dove c’è bisogno della Chiesa e così avverrà. Se sarete fedeli, neanche una delle vostre preghiere rimarrà infruttuosa. Le vostre parole risuoneranno in tutti luoghi, perfino nell’inferno, e proclameranno la mia grandezza. Perciò, figli miei, andate avanti e non temete nulla.

A Lucifero e al suo popolo dico di fare attenzione. Guai a voi se oserete mettere un dito su questa Chiesa. Avete sfidato il Dio eterno, il Padre della gloria e ora riceverete in cambio quanto avete seminato. Guai a voi se toccherete ancora il mio popolo, se proverete ad infiltrarvi in esso. Guai a voi se continuerete a distruggere la mia creazione. Ora un popolo nuovo e forte, si contrapporrà a voi e non potrete fare nulla. Tutto il bene che avete cercato di impedire sulla Terra, fermando la Chiesa, si opporrà a voi. Tutto il male che avete fatto e le maledizioni con cui avete riempito la Terra, ritorneranno a voi. Questa è la giustizia. Per voi è finito il tempo della misericordia e comincia il tempo della giustizia, perché io devo proteggere i miei figli e lo farò. Così ho deciso e così sarà.

E voi, popolo mio, vivete con fede, coraggio e amore e non vi farò mancare nulla. Vi ringrazio per ogni passo che farete con me. Ricordate bene che, d’ora in avanti, sarete proprietà assoluta della Santissima Trinità, dalla quale dipenderete in tutto. Non vi appoggerete più sulla scienza umana, sulle dottrine e sulle tecnologie umane, ma vivrete a servizio della Santissima Trinità, che farà di voi un’umanità nuova. Ve lo prometto e vi benedico, nel nome del Padre del Figlio dello Spirito Santo”.

[1] In questo giorno, la Fondazione “Fortezza dell’Immacolata” e tutto il popolo che si unisce ad essa, si sono solennemente consacrati alla Santissima Trinità. Questo atto è il culmine di un lungo cammino di ricapitolazione in Cristo della vita di ciascuno e di tutto il popolo.

[2] Il 7 ottobre 2019, in occasione del Sinodo sull’Amazzonia, il Papa ha permesso che l’idolo della Pachamama, che in precedenza aveva benedetto, venisse introdotto nella Basilica di San Pietro e posto di fronte all’altare maggiore.

[3] Si riferisce di nuovo alla statuetta della Pachamama

[4] Cfr. Ap 21,1; 2Pt 3,13

[5] La Fondazione “Fortezza dell’Immacolata” si impegna a rinnovare ogni anno, in questo giorno, la solenne consacrazione alla Santissima Trinità

[6] Is 42, 6-7

[7] Il popolo cristiano è unito al suo Signore nello Spirito Santo, in comunione universale. Non conosce in sé fazioni e divisioni n.d.r.

[8] Questo popolo non è una struttura nuova nella Chiesa. È frutto dell’azione di Gesù Cristo, volta a rinnovare la sua Chiesa, già annunciata nel messaggio “Il futuro del mio popolo” dell’8 settembre 2011, pubblicato su questo sito.

[9] Es 32

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi