Vi mando ad esorcizzare la Terra

25 dicembre 2019 – Santo Natale 

 Messaggio di Gesù

 

“ Carissimi figli e figlie,

vi benedico in questo giorno solenne per tutto l’Universo, nel quale ricordate la mia nascita sulla Terra, che è un fatto realmente accaduto in un determinato periodo della storia umana. Tuttavia, la mia nascita si ripete continuamente nel mio popolo ed in ciascuno di voi, perché io continuamente nasco in voi. La mia nascita in voi è la vostra rinascita, la mia morte è la vostra risurrezione, la mia ascesa al cielo è la vostra elevazione.

Figlioli, si sta concludendo quest’anno, molto ricco di grazie per voi e di grandi passi che avete fatto insieme a me. Davanti a voi si apre non solo un anno nuovo, ma un tempo nuovo: il tempo della rinascita di tutto l’Universo in me. Sarà un anno di lotta contro Satana. Inizierà la battaglia finale, che si svolgerà sulla Terra e voi la combatterete insieme a me. Gli eserciti di Dio e quelli di Satana sono ormai schierati: l’Agnello e il Dragone si fronteggiano.

 

Sarà un combattimento molto forte nello spirito. Vi manderò ad esorcizzare la Terra, a realizzare ciò che la Chiesa doveva compiere fin dall’origine: cacciare il maligno con la potenza del mio Spirito. Non  potrete vincere questa battaglia con le vostre forze umane, con la sapienza, con le prediche né con le parole, ma solo nella potenza del mio Spirito. Ora potete comprendere perché l’anno prossimo sarà interamente consacrato allo Spirito Santo: sarà Lui infatti a sostenere questa battaglia in voi. Lo Spirito del Padre e del Figlio, la Terza Persona della Santissima Trinità, combatterà e vincerà, in voi e attorno a voi, nel nome della Santissima Trinità.

Figlioli, non dovete temere nulla. La battaglia di cui vi parlo, voi l’avete già vinta con me, nel momento in cui mi avete accolto e amato, accettando di condividere con me la croce e la morte. Ora vi attendono la risurrezione e la rinascita.

 

Vedete come va il mondo: è oppresso dalla presenza del maligno. La Terra è infestata dal male. I demoni in fuga dai pianeti ribelli, che sono stati evangelizzati, si rifugiano sul vostro pianeta. L’inferno è concentrato sulla Terra e ogni giorno compie la sua opera. Non c’è un popolo che riesca a contrastarlo se non voi e quanti hanno accolto questi programmi. Voi sapete dove conduce la storia: verso la creazione nuova che attende l’umanità di tutto l’Universo. Ed è qui, su questa Terra che si combatterà la battaglia finale per conquistare la creazione nuova.

Vi ho detto che sono i forti ad impossessarsi del Regno di Dio; non intendo dire forti umanamente, né violenti né duri, ma potenti nello Spirito Santo. In quest’anno vi siete consacrati solennemente allo Spirito Santo,[1] confermando così l’opera che ho compiuto in voi in questi anni. Fin dall’inizio, vi ho affidato all’arcangelo San Raffaele, servitore della Terza Persona divina, che vi ha continuamente consacrato allo Spirito Santo, per prepararvi a questo tempo. Consacrandovi solennemente allo Spirito Santo e accettando di farlo per tutto il prossimo anno, avete testimoniato l’opera che ho compiuto in voi attraverso i miei strumenti.

Coraggio figli, vi mando con la potenza dei profeti, dei santi, dei martiri e di tutti coloro che nella storia della salvezza hanno combattuto la battaglia contro il Dragone. Siete mandati a vincere e lo potete fare nello Spirito Santo e nella comunione universale. Dal prossimo anno, tutta la potenza dell’Universo si riverserà sulla Terra e su di voi. Vi lancerò come frecce, che partono dal mio Cuore e dal Cuore di mia Madre. Dovete rinascere per questi tempi nuovi, che la Terra non ha mai visto ma che vedrà, nei quali la Donna partorirà il mio popolo e sconfiggerà per sempre il Dragone. I figli di Maria combatteranno questa battaglia, immersi nello Spirito Santo, consacrati a me e donati al Padre.

Vi benedico e vi affido a mia Madre, a San Giuseppe e ai sette Arcangeli. Combattete insieme a tutto il popolo di Dio e vincete questa battaglia. Esorcizzate la Terra perché ne ha bisogno, perché così è scritto e così sarà.

Vi benedico nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo”.

[1] Il popolo della Fondazione e quanti si uniscono ad esso,  si sono consacrati solennemente allo Spirito Santo alla vigilia della solennità dell’Immacolata Concezione, il 7 dicembre 2019

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi