Sulla Terra comincia la creazione nuova

Introduzione

 

Carissimi fratelli e sorelle,

vi proponiamo il messaggio di Gesù del 3 agosto, vigilia della consacrazione della Terra a Dio Padre. Aggiungiamo anche il messaggio di Dio Padre nel giorno della consacrazione. Troverete molti passaggi che si riferiscono a tutti i figli di Dio e danno risposta alle loro domande. Pregate e riflettete su tutto questo. In seguito, rifletteremo insieme e cammineremo per realizzare le promesse nella pienezza che Gesù ci ha annunciato.

Vi accompagniamo con la preghiera e vi benediciamo

                                                    Stefania Caterina e Tomislav Vlašić

Messaggio di Gesù

 

Sulla Terra comincia la creazione nuova

 

“Carissimi figli,

dopo tanta fatica ed in mezzo a tante prove, siete giunti ad una svolta nel vostro cammino: siete giunti alla consacrazione di tutta la Terra al Padre, che farete domani.

Vi dico che questa consacrazione non è un atto di devozione qualunque, fatto in un gruppo di preghiera o in un qualsiasi altro contesto. È un atto solenne compiuto da voi sulla Terra a nome di tutta la Chiesa di Gesù Cristo dell’universo e compiuto, attraverso di voi, da tutta la Chiesa presente nell’universo. Sarà consacrato il pianeta Terra, dove accadranno gli ultimi eventi.

Figlioli, voi non siete consapevoli che sulla Terra finirà la creazione vecchia e comincerà la creazione nuova; finiranno i tempi vecchi e cominceranno quelli nuovi. Vi trovate a vivere in uno scenario importantissimo della storia dell’umanità. Perciò vi ho detto che domani, insieme a voi, tutta la Chiesa dell’universo consacrerà la Terra. Essa, d’ora in poi, sarà lo scenario per tutti. In un certo senso, la Terra apparterrà a tutta la Chiesa dell’universo; sarà custodita dalla Chiesa dell’universo, proprio perché su questo pianeta dovrà compiersi la salvezza ed incominciare la creazione nuova.

Le cose che vi dico sono molto grandi, difficili da comprendere razionalmente, ma lo Spirito Santo vi guiderà ed anch’io vi guiderò. Il Padre desidera che capiate la gravità dei tempi che vivete e che siate consapevoli che Satana sta agendo per contrastare tutto questo. Infatti, i figli delle tenebre consacrano continuamente la Terra a Lucifero e agli arcidemoni, proprio per impedire che qui si verificano gli eventi della salvezza. Nessuno però potrà impedire questi eventi.

 

Perciò  domani sarò in mezzo a voi, per consacrare insieme a voi la Terra. La consacrerò nella mia Chiesa. Insieme a voi, consacrerò al Padre questo pianeta che tanto amo, sul quale mi sono incarnato, ho camminato, sono morto e risorto, dove vi ho mostrato la vita. Ricordate le mie parole nel Vangelo: «Io sono venuto perché  abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza»[1]. Nessuno potrà impedire alla vita che ho portato sulla Terra di manifestarsi in tutta la sua potenza. Lucifero non può nulla contro la vita di Dio, perché lui porta in sé soltanto la morte e la morte io l’ho vinta per tutti voi ed in ciascuno di voi.

Io sono Colui che apre i sigilli del grande libro della vita, che ciascuno di voi scrive. Io apro tutti i sigilli in ognuno di voi affinché la vita rinasca, cresca e si espanda, attraverso ciascuno e attraverso tutta la mia Chiesa. Ora vi chiedo, figli miei, di lasciare che io apra tutti sigilli in voi, tutti fino all’ultimo. Sradicate da voi le paure, i dubbi, gli affanni del mondo; io posso provvedere a voi. Ho bisogno di un popolo libero, che si abbandoni completamente a me. Lo so che sulla Terra ci sono le prove. Conosco bene le croci ed io ho portato la croce più grande per tutti voi. Vi dico però che le croci non vi servono ad altro che a risorgere.

Più tardi prenderete l’unzione[2] e sarò io che vi ungerò, come Sommo sacerdote, attraverso le mani dei miei sacerdoti.  Vi ungerò perché desidero guarirvi profondamente. Desidero guarire il vostro spirito, la vostra anima ed il vostro corpo. Abbiate fede, figlioli! Anche le vostre malattie sono inserite in un contesto molto grande. Chi di voi è ammalato, non si scoraggi ma offra tutto a me e, attraverso di me, offra tutto al Padre. Io posso sconfiggere tutte le vostre malattie; se permetto che soffriate è soltanto perché, attraverso queste prove, io posso elevare non soltanto voi, ma tutta la mia Chiesa. Ciascuno di voi porta un pezzo della mia Croce; non dovete averne paura perché la mia Croce significa risurrezione.

 

Benedico tutti voi oggi in modo speciale. Benedico quanti tra di voi soffrono, sono  incerti, dubitano; quanti non riescono a perdonarsi e ad accogliere pienamente la mia misericordia. IO SONO LA MISERICORDIA e così passerò in mezzo a voi: attraverso l’olio che riceverete, sarete unti dalla mia misericordia.

Figlioli, risorgete perché i tempi sono brevi. La consacrazione della Terra, che il Padre mio ha voluto, vi fa capire che i tempi sono veramente brevi. Non c’è più tempo per i giochetti, per il sì e no. Ora camminate con decisione verso la vita e la vita vi verrà incontro. Non temete, io sono con voi e vi accompagnerò sempre, in ogni momento, in ogni prova. IO SONO LA VITA, non dimenticatelo.

Vi benedico con la benedizione della vita, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.

[1] Gv 10,10

[2] Durante la celebrazione, il popolo ha ricevuto l’unzione a conferma della grazia di sottomettersi al volere di Dio Padre

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi