“Chiesa di Gesù Cristo dell’universo”

Carissimi fratelli e sorelle,

con questo documento proclamiamo l’esistenza e la missione della

 

“Chiesa di Gesù Cristo dell’universo”.

 

In questi anni, attraverso i libri, gli scritti e la predicazione, vi abbiamo fatto conoscere quanto ci è stato rivelato da Dio e dai suoi strumenti. Si tratta di un grande piano divino per la salvezza di tutto l’universo. Su questo sito[1] troverete tutto quanto vi occorre per comprendere ciò di cui parliamo. Ci limitiamo qui a riassumere alcuni punti fondamentali che sono alla base del cammino e della missione della Chiesa di Gesù Cristo dell’universo.

Ecco in sintesi quanto ci è stato rivelato:

  • Esiste la Santissima Trinità: Padre, Figlio e Spirito Santo, unico e vero Dio che ha creato l’universo. Ci sono state rivelate le tappe della storia dell’umanità e gli interventi di Dio lungo i millenni a favore dei suoi figli.
  • Esistono tre universi: l’alto universo; il medio universo; il basso universo. Ognuno di essi è abitato da uomini che sono nostri fratelli, creati come noi a immagine e somiglianza di Dio. Vivono su pianeti assai diversi fra loro; la Terra si trova nel basso universo.
  • Ci sono stati spiegati il tradimento di Lucifero e degli angeli ribelli, nonché il peccato originale commesso da una parte dell’umanità, con le conseguenze devastanti che entrambi gli eventi hanno prodotto.

All’inizio, Dio non ha creato solo un maschio e una femmina, bensì diverse coppie che formavano un piccolo popolo, il primo nucleo dell’umanità. Ha mostrato loro l’esistenza di Lucifero ed ha chiesto a ciascuno di scegliere chi servire, se Dio o Lucifero. La risposta dei progenitori non è stata unanime.

Alcuni hanno deciso di servire Dio e di rimanergli fedeli e perciò non hanno commesso il peccato originale; da questi progenitori sono nate le umanità fedeli a Dio che popolano l’alto universo. Altri sono stati indecisi e da essi sono derivate le umanità del medio universo che, pur non ribellandosi apertamente a Dio, sono rimaste defilate e incerte fra il bene e il male. Altri infine hanno rifiutato di servire Dio ed hanno scelto Lucifero con diverse sfumature, dando vita alle umanità ribelli del basso universo.

I progenitori della Terra si sono spinti oltre, fino a stringere alleanza con Lucifero, consacrandogli i primogeniti. Per questo la Terra è stata fin da subito il pianeta più ostile a Dio ed il meno evoluto dell’intera creazione. Proprio sulla Terra Lucifero esercita da sempre il suo massimo potere.

A seguito del peccato originale, l’umanità si è divisa, dispersa su diversi pianeti e in differenti universi, separata da distanze spesso incolmabili. Tuttavia, Dio ha promesso ai progenitori un Salvatore.

  • Gesù Cristo, Figlio di Dio e Salvatore, si è incarnato sulla Terra, pianeta ostile, lontano da Dio e vicino a Lucifero. Qui è morto ed è risorto per distruggere l’opera di Lucifero e ristabilire un’alleanza nuova fra Dio e l’umanità. La Redenzione operata dal Figlio di Dio si è estesa all’intero universo, poiché tutta l’umanità deve essere ricondotta a Dio, attraverso Gesù Cristo. Per questo l’intera umanità presente nell’universo dovrà scegliere fra Gesù Cristo e Lucifero, fra il vero Dio e gli idoli. Alla fine dei tempi, Gesù tornerà glorioso per giudicare vivi e defunti e radunare attorno a sé il suo popolo. Tutti coloro che gli saranno stati fedeli, a qualunque pianeta appartengano, saranno introdotti da Gesù Cristo nella NUOVA CREAZIONE dove, finalmente liberi dal male, formeranno per sempre una sola umanità, come doveva essere fin da principio. Dio sarà tutto in tutti. (1Cor 15,28)
  • Gesù Cristo ha fondato sulla Terra la sua Chiesa a favore di tutto l’universo. Così come Gesù era nato sulla Terra per salvare l’intero universo, allo stesso modo la Chiesa è stata fondata sulla Terra per estendere il Regno di Dio all’intero universo. La Chiesa, prima cellula del Regno di Dio, era chiamata ad annunciare la salvezza non solo all’umanità della Terra ma a quella di tutto l’universo. Infatti, ad eccezione delle umanità fedeli a Dio fin dal principio, le altre umanità erano all’oscuro della salvezza operata da Gesù Cristo; rimanevano nel buio e nella sofferenza, oppresse dall’azione del male. Questo era ed è il grande piano di Dio di cui parla San Paolo apostolo nella lettera agli Efesini[2]: ricapitolare in Cristo l’intero universo.

Gesù aveva parlato apertamente ai suoi apostoli dell’esistenza di altri fratelli nell’universo, li aveva istruiti al riguardo, prima e dopo la sua risurrezione. La Chiesa nascente sarebbe stata affiancata dalle umanità fedeli dell’alto universo, dotate di mezzi e conoscenze adeguati, per portare l’annuncio della salvezza a tutti i pianeti abitati. La Chiesa era chiamata a dare la sua disponibilità al piano di Dio e la missione universale sarebbe rapidamente iniziata.

Così non è stato: l’arretratezza culturale del tempo, i dubbi e i timori, le prime divisioni all’interno della Chiesa stessa non hanno portato ad una risposta unanime. Dio ha rispettato la scelta della Chiesa, concedendole tempo per giungere a maturazione. Lungo i millenni, Dio non ha cessato di dare ai rappresentanti della Chiesa e a singoli individui i segni dell’esistenza della vita nell’universo. Gli stessi apostoli sono stati visitati da fratelli provenienti dall’alto universo. Ciononostante, la missione universale della Chiesa della Terra non è mai iniziata. Al contrario, la Chiesa ha circoscritto sempre di più la sua azione alla sola Terra, pur conoscendo dall’inizio la realtà dell’universo.

  • Col secolo XX ed il Grande Giubileo dell’anno 2000, Dio ha impresso una forte accelerazione al suo piano per ricondurre l’intera umanità a Gesù Cristo. Si è servito di strumenti ed eventi particolari, a cominciare dalle grandi apparizioni di Maria SS. a Fatima e a Medjugorje, dove appare tuttora. Ha continuato ad invitare la Chiesa ufficiale, nelle sue diverse confessioni, a proclamare l’esistenza degli uomini nell’universo e a mettersi a disposizione dei piani di Dio, al fine di annunciare la salvezza a tutti i popoli dell’universo. Ad oggi, nulla di tutto questo è avvenuto e la Chiesa ufficiale non si è mai pronunciata. Dio ha deciso pertanto di provvedere diversamente.
  • Per tale ragione, nell’anno 2004, Dio ha messo in campo tre strumenti straordinari: il Nucleo Centrale, gli angeli e i fratelli dell’universo fedeli a Dio. Di essi abbiamo diffusamente parlato e perciò vi rimandiamo a quanto pubblicato su questo sito[3]. Aggiungiamo solo che gli strumenti straordinari, in particolare il Nucleo Centrale, compiono ciò che avrebbe dovuto compiere la Chiesa della Terra. Attorno a questi strumenti si uniranno tutti coloro che Dio chiama, in questo tempo, a testimoniare Gesù Cristo fino agli estremi confini dell’universo. Ogni uomo che vive nell’universo saprà di essere figlio di Dio Padre, per mezzo di Gesù Cristo nello Spirito Santo. Nulla potrà più impedire che ciò avvenga perché Dio ha deciso così.

A capo dei tre strumenti straordinari Dio ha posto San Michele arcangelo, indicatoci come il Precursore della seconda venuta di Cristo. Egli sta alla testa del popolo di Dio per radunarlo da ogni parte dell’universo e condurlo a Gesù Cristo, unico Pastore.

In contrapposizione a questi strumenti, stanno Lucifero ed i suoi alleati. Questa contrapposizione diventerà sempre più forte.

  • L’anno 2012 è stato un anno particolare, nel quale Dio ha dato all’umanità della Terra, particolarmente alla Chiesa, l’ultima possibilità di decidere se accettare o meno la missione di evangelizzare l’universo. Dio attendeva che il Papa desse finalmente l’annuncio della presenza della vita nell’universo e che i cristiani si svegliassero e prendessero coscienza della loro responsabilità nei confronti dell’umanità di tutto l’universo. Dio ha concesso un anno di tempo. Per tutto il 2012, lo Spirito Santo ha agito incessantemente nella Chiesa e nei singoli individui, dai quali attendeva una risposta. Tale risposta non è mai arrivata.
  • Nel 2013 Dio ha assegnato la missione di evangelizzare l’universo alle umanità fedeli. A partire dal 2013, i fratelli dell’universo fedeli a Dio hanno percorso il medio e il basso universo, portando ovunque l’annuncio della salvezza operata da Gesù Cristo e battezzando interi popoli nel nome della Santissima Trinità. La loro azione è stata affiancata da quella degli angeli e del Nucleo Centrale. La loro missione si è conclusa nel 2017. Si è così formato nell’universo un popolo che riconosce Dio Trino e Uno come unico e vero Dio, ed accoglie Gesù Cristo come Figlio di Dio e Salvatore. Questo popolo è vivo e operante.
  • Nel 2018, con la potenza trinitaria è iniziata l’evangelizzazione della Terra. Con essa è iniziata anche la fase che precede immediatamente il ritorno glorioso di Cristo.

Perché l’evangelizzazione della Terra? Perché è il pianeta più complesso e problematico dell’intero universo. Infatti, pur essendo stata visitata da Gesù Cristo e nonostante la presenza dei cristiani, la Terra è rimasta sostanzialmente pagana. La gran parte di questa umanità ha rifiutato e continua a rifiutare Gesù Cristo, servendo molti idoli, dietro ai quali si nascondono i demoni che imperversano su questo pianeta. Il livello raggiunto da menzogna, idolatria e crudeltà è divenuto allarmante.

  • Tuttavia, anche sulla Terra si è formato in questi anni un popolo che ha accolto il piano di Dio di ricapitolare in Cristo l’intero universo e che si è messo a disposizione di quanti desiderano percorrere questo cammino. È un popolo nuovo, cioè aperto alla novità di Dio, che cerca di oltrepassare ogni divisione tra i cristiani e fra tutti i figli di Dio. È un popolo nel Popolo di Dio, strettamente unito ai tre strumenti straordinari e a tutti i fratelli che sulla Terra e nell’universo credono in Dio Trino e Uno e lo servono fedelmente.
  • Nel giorno di Pentecoste 2016, lo Spirito Santo ha unito questo popolo della Terra a quello presente nell’universo per fare di essi un popolo solo (Gv 10,16), senza più barriere né divisioni di spirito.

Questo popolo, presente sulla Terra e nell’universo, è stato espressamente indicato da Gesù stesso e da Maria SS. come la “CHIESA DI GESÙ CRISTO DELL’UNIVERSO”. Come membri del Nucleo Centrale vi annunciamo e vi testimoniamo l’esistenza e l’opera di questa Chiesa.

 

 

La Chiesa di Gesù Cristo dell’universo:

 

  • si offre a Dio, attraverso il Cuore Immacolato di Maria, affinché l’intera creazione sia ricapitolata in Gesù Cristo;
  • vive la Pentecoste cosmica, cioè si sottomette all’autorità di Dio e alle leggi dello Spirito, affinché l’intera umanità dell’universo sia unita nello Spirito Santo e formi un popolo solo;
  • riflette la potenza trinitaria sull’umanità e su tutto il creato;
  • attende e prepara la venuta gloriosa di Cristo per entrare con lui nella creazione nuova;
  • riconosce e proclama Maria SS. Regina e Madre di tutto l’universo e vive unita al suo Cuore;
  • annuncia la morte del Signore e proclama la sua risurrezione partecipando vivamente al Sacrificio eucaristico;
  • si impegna a vivere secondo i tre cardini del Regno di Dio:

1) offerta della vita a Dio, attraverso il Cuore Immacolato di Maria;

2) immacolatezza o integrità della vita;

3) comunione universale;

  • riconosce e accoglie i tre strumenti straordinari e vive la comunione con loro quale condizione necessaria alla comunione universale.

In conclusione

La Chiesa di Gesù Cristo dell’universo non è chiusa in se stessa. Al contrario, desidera rendere partecipe ogni uomo di buona volontà della grazia potente che Dio sta riversando, in questo tempo, su tutto il suo popolo nell’universo.

Questa Chiesa non si pone in contrasto con nessuno. È sempre pronta a rendere conto della speranza che possiede a tutti coloro che chiedono spiegazioni (1Pt 3, 15), ma non entra in sterili discussioni.

Vive in pace con tutti e tutti ama con l’amore di Cristo. Prega incessantemente per i vivi e i defunti, per gli amici e i nemici affinché venga al più presto il Regno di Dio.

Chiunque desideri far parte di questa Chiesa e conoscerne i programmi, troverà su questo sito[4] ciò che gli occorre. Potrà frequentare le nostre Case-santuari, nei quali i figli di Dio si incontrano per condividere una vita semplice e fraterna e progredire insieme verso la nuova creazione.

Da parte nostra non mancheremo di mettervi a parte di tutto ciò che ci sarà rivelato. Vi benediciamo di cuore e vi accompagniamo con l’offerta della nostra vita e con l’amore fraterno.

                                                                                               Tomislav Vlašić e Stefania Caterina

 

20 maggio 2018, Solennità di Pentecoste

[1] https://versolanuovacreazione.it

[2] Cfr. Ef 1, 8-12

[3] https://versolanuovacreazione.it

[4] https://versolanuovacreazione.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi