Messaggio della Madre dell’umanità a Stefania Caterina

“Miei cari figli,

oggi desidero dirvi che LA VITA DI DIO È DENTRO DI VOI. SIETE CREATI A IMMAGINE E SOMIGLIANZA DI DIO E SIETE FATTI DI SPIRITO, ANIMA E CORPO. Non tutti conoscono la realtà di cui sono composti e questa è la ragione di tanti disturbi e malattie a livello fisico e psichico. Desidero aiutarvi a capire tutto questo.

Nel vostro SPIRITO vive ed opera lo Spirito Santo. Egli agisce incessantemente in voi per mantenervi in vita, sia fisicamente che spiritualmente. La sua azione racchiude in sé la potenza della Santissima Trinità. Lo spirito dell’uomo custodisce la presenza divina. Fin dall’inizio della sua esistenza, l’uomo deve scegliere se permettere allo Spirito Santo di agire liberamente o meno, aprendosi o chiudendosi alla sua presenza. Questa decisione è presa dallo spirito.

Se lo spirito accoglie Dio e si apre alla sua azione, viene riempito di potenza. Sbocciano l’AMORE, l’INTELLIGENZA e la FORZA che rendono l’uomo partecipe della vita e dell’azione di Dio. Le leggi della vita dispiegano tutta la loro efficacia e lo sviluppo esistenziale è armonioso. Lo spirito dell’uomo vibra all’unisono con le vibrazioni di Dio e si chiude all’azione del Male. Il cammino dell’uomo viene guidato passo dopo passo verso la piena identità di figlio di Dio.  Così lo spirito diventa il tempio di Dio, nel quale l’essere umano incontra il Creatore faccia a faccia e riceve da Lui gli impulsi vitali.

Al contrario, se lo spirito si chiude a Dio e alle sue leggi, lo Spirito Santo si limita a tenere fisicamente in vita l’uomo, ma le prerogative divine che fanno di lui un figlio di Dio rimangono sepolte, inattive. La vita si sviluppa lontano da Dio, dalla vera pace e dalla piena identità. Dio rispetta la libertà dell’uomo e non forza mai nulla; spetta all’uomo decidere del proprio destino. Tuttavia, Dio non abbandona mai neppure quanti lo rifiutano. È sempre pronto a tendere la mano ad ogni figlio che voglia tornare a Lui.

Lo spirito dell’uomo comunica con l’ANIMA che è come un involucro che racchiude lo spirito. Quando lo Spirito Santo comunica un impulso vitale allo spirito, questi lo trasmette all’anima. L’anima è dotata di tre potenze: MEMORIA, INTELLETTO e VOLONTÀ. Attraverso di esse, elabora l’impulso proveniente dallo spirito e lo trasmette al cervello, che trasforma ogni impulso in pensieri, parole e azioni.

Se donate la  vita a Dio e decidete di vivere secondo le sue leggi, l’impulso divino passa senza difficoltà dal vostro spirito all’anima e poi al corpo. Così l’amore, l’intelligenza e la forza che Dio vi comunica, attraverso il passaggio spirito-anima-corpo, possono operare integralmente e la vostra vita diviene armoniosa in tutto. Se invece vi opponete a Dio, il vostro spirito è arido e non comunica nulla all’anima, tranne gli impulsi necessari alla vita fisica. L’anima allora deve arrangiarsi da sola e comincia ad usare le sue tre potenze per elaborare un proprio pensiero, staccato dal pensiero di Dio. Gli impulsi vitali non giungono o giungono confusi e nascono la malattie. Finite per vivere una vita egoista e problematica. Le leggi del mondo e l’azione del maligno vi invadono e deformano la vostra identità.

Che ruolo ha in tutto questo il vostro CORPO? È importantissimo che lo comprendiate, perché il corpo è stato visto dai cristiani in modo ingiusto e negativo. Quasi mai considerato nella sua giusta dimensione, il corpo non è amato come merita. Eppure Gesù vi ha salvato offrendo anche il suo Corpo e ogni giorno vi nutre nell’Eucaristia con il suo Corpo e il suo Sangue!

Il corpo vi assicura l’esistenza sulla Terra ed è lo strumento attraverso il quale comunicate a chi vi sta intorno la vita divina che è in voi. Parole, gesti, sguardi, sorrisi ecc., sono l’unico modo che avete di trasmettere e testimoniare ciò che siete e pensate. Vi sembra poco? È giusto allora che il vostro corpo si esprima in modo degno della vita che portate in voi, degno della vostra immagine e somiglianza con Dio.

Figlioli, non fate del vostro corpo un manichino, capace solo di sfoggiare abiti alla moda. Non trattatelo come un povero somaro, sul quale scaricare i pesi enormi che il mondo vi addossa: mode, comportamenti, modelli di vita spesso sciocchi e dannosi. Siate consapevoli che il vostro corpo racchiude lo spirito e l’anima nei quali risiede un immenso tesoro: la vita che Dio vi ha donato. Lascereste la vostra casa incustodita se vi fosse racchiuso un immenso tesoro? Certamente no. Eppure il vostro corpo è spesso un’abitazione incustodita, dove chiunque può entrare e saccheggiare a piacimento. Così permettete che vi sia rubata la vostra dignità, offendete voi stessi ed il vostro Creatore.

Curate il vostro corpo con intelligenza e trattatelo con rispetto, perché non è meno importante dello spirito e dell’anima. Non mettetelo mai al centro come un idolo, tanto da diventarne schiavi  come accade a molti di voi, ossessionati dall’apparenza. Se vivete in Dio saprete orientarvi sempre meglio secondo le sue leggi; vedrete che anche il vostro corpo diventerà più sano e più armonioso.

Vi chiedo di cominciare a pensare a voi stessi come a creature degne dell’immagine e somiglianza con Dio che portate impresse in voi. Prendete coscienza del vostro spirito, dell’anima e del corpo come di un insieme perfetto, dove tutto è vitale e interconnesso perché tutto è guidato da Dio, se permettete al Signore di vivere e agire in voi. Se Dio è capace di governare l’intero universo, non potrà forse dirigere la vostra vita?

Figlioli, vi ammalate perché non lasciate libera in voi la mano di Dio. Volete fare tutto da soli e non potete. La vostra anima prende spesso il sopravvento sullo spirito e decide da se stessa ciò che è bene o male e non arriva a nulla. Se vi donate a Dio, lo spirito riprende il suo giusto posto e così l’anima e il corpo ricevono correttamente gli impulsi, sia fisici che spirituali. Così guarite e contribuite a sanare il mondo e l’universo.

Chiedete la luce a Dio Trino e Uno per comprendere quanto vi ho detto. Non tutto può essere spiegato a parole, ma nel vostro spirito c’è un canale di comunicazione con Dio che è perfetto ed è là che potete ricevere ogni spiegazione. Calatevi nel vostro spirito, Dio vi guiderà in questo vostro “pellegrinaggio interiore”. Anch’io vi aiuterò a capire. Dio desidera che voi comprendiate, non è geloso della sua sapienza, anzi, vorrebbe distribuirla generosamente ai suoi figli ma essi, purtroppo, la respingono. Sono più attratti dalla sapienza del mondo, dalle luci artificiali e scintillanti, che ingannano la vista interiore e nascondono la vera luce. Non fate così anche voi!

Vi sono vicina, specialmente in questo tempo pasquale di risurrezione, perché desidero vedervi risorgere, liberi finalmente dalle vostre malattie e dalle vostre paure. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi